Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Bonomi: "Servirebbe un patto, difficile con sindacati divisi"

Bonomi: "Servirebbe un patto, difficile con sindacati divisi"

Anche sulla sicurezza. Da quattro anni li aspetto al tavolo

ROMA, 23 febbraio 2024, 18:33

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Da quando sono diventato presidente di Confindustria, nel 2020, ho lanciato l'idea di un grande patto per l'Italia. Conteneva al suo interno anche i temi della sicurezza: sono quattro anni che sto aspettando che qualcuno si sieda al tavolo". Il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, lo sottolinea commentando - intervistato a SkyTg24 - il richiamo a responsabilità anche delle imprese fatto dal leader della Cgil, Maurizio Landini, dopo l'incidente nel cantiere di Firenze.
    Quello della sicurezza è solo uno dei punti per un eventuale tavolo, più ampio, tra parti sociali. "La verità è che ogni sigla sindacale, a turno - dice il leader degli industriali - ha pensato di avere maggiori benefici dal Governo pro tempore (il Conte uno, poi il Conte due, poi Draghi e adesso Meloni) piuttosto che implementare le relazioni industriali. E anche recentemente il tema è che su ogni argomento" Cgil, Cisl e Uil, "non trovano compattezza al loro interno. E diventa difficile non avere tutte le tre sigle al tavolo. Che faccio? Parlo con Landini e Sbarra non mi risponde, o viceversa? Credo che debbano trovare una sintesi tra loro. Noi siamo sempre disponibili: sono quattro anni che sono disponibile a parlare di questi e altri temi".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza