Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Occupato un liceo a Milano, prof reagisce con un'ombrellata

Occupato un liceo a Milano, prof reagisce con un'ombrellata

Tensione al Parini durante il picchetto degli studenti

MILANO, 05 marzo 2024, 15:52

Redazione ANSA

ANSACheck
Occupazione del Liceo Parini di Milano -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Occupazione del Liceo Parini di Milano - RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

E' stato occupato questa mattina il Parini, uno dei licei classici storici del centro di Milano, non senza qualche momento di tensione: un professore ha infatti reagito con un'ombrellata al picchetto degli studenti.
    Questa mattina, infatti, prima del suono della campanella, gli studenti hanno appeso un grosso striscione con la scritta 'Ministero della repressione e del merito x' all'esterno e hanno impedito l'ingresso nella scuola a compagni e docenti e solo il preside Massimo Nunzio è riuscito a entrare nell'edificio.
    Gli studenti si sono poi riuniti in assemblea. "Prendiamo posizione contro gli abusi delle forze dell'ordine che ledono il diritto costituzionale di manifestare la propria opinione.
    Mostriamo inoltre il nostro supporto ai 18 feriti, condannando le recenti parole della Presidente del Consiglio Meloni, secondo cui "non devono scusarsi di niente", hanno scritto in un comunicato, spiegando le ragioni della protesta che includono anche critiche al ministro Giuseppe Valditara, alla "scuola individualista e competitiva" e all'alternanza scuola lavoro.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza