Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In 1.500 al corteo milanese pro Palestina, slogan contro Israele

In 1.500 al corteo milanese pro Palestina, slogan contro Israele

Un minuto di silenzio per i morti del 'massacro della farina'

MILANO, 02 marzo 2024, 18:25

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Si è concluso in piazza Duca d'Aosta il ventunesimo corteo milanese pro Palestina al quale hanno preso parte circa 1.500 manifestanti. Sfilando per la città da piazza San Babila e passando per corso Venezia, via Città di Fiume e via Vittor Pisani, gli attivisti hanno acceso alcuni fumogeni e ripetuto slogan come "Israele via via, Palestina terra mia". "Giorgia Meloni si dice sdegnata", ha detto uno degli organizzatori davanti alla stazione Centrale, sollevando fischi e contestazioni da parte del pubblico al nome della premier.
    "Deve essere sdegnata da se stessa" perché "manda soldati e armi". Prima della partenza, i manifestanti si sono raccolti in un minuto di silenzio per commemorare i morti del "massacro della farina", che ha visto "150 uccisi e più di mille feriti.
    Che colpa avevano?", hanno domandato. "Volevano solo recuperare un pacco di farina per dare da mangiare a propri figli. Come ogni weekend siamo qui per denunciare tutti gli atti criminali compiuti da Israele".
    Quando il corteo è sfilato in piazza della Repubblica, a pochi passi dal Consolato degli Stati Uniti, i manifestanti hanno gridato: "Joe Biden assassino", "Meloni assassina".
    "Ricordiamo agli americani chi sono i criminali", hanno gridato al megafono. "Israele", hanno risposto gli attivisti. Il corteo, che si è poi concluso in piazza Duca d'Aosta, era aperto da uno striscione con su scritto: "Fermiamo il genocidio a Gaza, salviamo Gaza".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza